Conte2, l’ultima chance

Una cosa dovremmo averla imparata da questi ultimi anni di politica avvelenata. Abbandonare il linguaggio dell’odio e della violenza verbale. Degli insulti.
In meno di un mese abbiamo visto quelli che “il partito di Bibbiano” mettersi insieme con quelli che “i pentapirla”. E non basta la real politik per spiegare i motivi per cui l’odio professato e fomentato si sia trasformato, di colpo, in un’intesa di governo. Continue reading

Educazione civica: agli insegnanti la (dura) prova di separare la (buona) teoria dalla (cattiva) pratica

Pochi giorni fa il Parlamento ha approvato un provvedimento per riportare l’educazione civica sui banchi di scuola già dal prossimo settembre.
Sono totalmente d’accordo. In una società culturalmente alla deriva, l’educazione alla cittadinanza è un passo fondamentale per recuperare il terreno perso e crescere cittadini consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri.
Una giornata bollata come “STORICA” Continue reading

Decreto sicurezza e Tav: sta al Pd

Se il Pd vuole giocare la sua partita, il campo d’azione è sul decreto sicurezza bis e soprattutto sul Tav, dove i grillini si giocano tutto.
Se davvero l’obiettivo è mettere in crisi questo governo, e “liberare l’Italia dall’incubo dei parolai Salvini e Di Maio” come affermato dal Segretario Zingaretti, quale migliore occasione di mettere a nudo – se ancora ce ne fosse bisogno – le contraddizioni di una maggioranza che fuori dal contratto di governo non sa dare un indirizzo chiaro al Paese? Quale migliore occasione per rompere il sodalizio giallo-verde? Quale migliore occasione per anticipare la fine di questo governo? Continue reading

Cosa ci dicono le elezioni europee in Italia

In sintesi
Che ha vinto la Lega. Che il M5S è tracollato, dissanguato dal Carroccio e dall’astensione. Che il PD è uscito dalla prognosi riservata, ma che è ancora in fase riabilitativa. Che la sinistra, guardando al proprio ombelico, ha riproposto la solita frammentazione di partiti e partitini che non hanno raggiunto la soglia dello sbarramento. Che mentre in Europa i Verdi prendono il volo affermandosi tra le prime forze politiche a livello nazionale, in Italia la coscienza ambientalista cresce, ma si ferma al 2%. Che il primo partito è l’astensione, al 44%.
Continue reading

“Carne di porco”

Non mi è piaciuta come è stata gestita la cattura di Cesare Battisti.
Finalmente arrestato, riportato in Italia a scontare i suoi crimini. Una vittoria della giustizia e della democrazia. Ma in Italia, anche l’importante arresto di un latitante, un terrorista – motivo che dovrebbe unire – diventa oggetto di divisione. Peggio ancora, di campagna elettorale. Continue reading

194. La legge che fa ancora discutere

Alcuni valori non basta professarli per sentirseli dentro.
È così possibile che la consigliera di Verona Carla Padovani, per giunta capogruppo, del Partito Democratico appoggi la mozione ad oggetto “Iniziative per la prevenzione dell’aborto e il sostegno alla maternità nel 40° anniversario a della L. 194/78”.
Il titolo dice poco; ma basta leggere il primo firmatario della mozione per capire dove si va a parare. Alberto Zelger, componente leghista del consiglio comunale scaligero.
Continue reading

Il giusto e lo sbagliato

Vi ricordate quando Marco Cappato fu rinviato a giudizio perché portò dj Fabo in svizzera per l’eutanasia? O quando alcuni sindaci furono indagati per aver registrato i matrimoni avvenuti all’estero di coppie omosessuali?
Cosa era giusto e cosa sbagliato?
Se di reato si tratta, giusta anche la pena.
Perchè la legge si rispetta, ma la si può anche cambiare.
Continue reading