W Galileo

Per il terremoto dell’Aquila non è la scienza ad essere sotto processo.
Dopo la sentenza che ha condannato in primo grado i membri della Commissione Grandi rischi a 6 anni per omicidio colposo, si è alzata una polemica che rischia, in modo subdolo, di far passare un messaggio sbagliato. Sbagliatissimo.
Il processo non è né contro la scienza né contro l’impossibilità degli scienziati di prevedere il sisma. No. Vorrebbero farcelo credere, con dichiarazioni che parlano di ‘profondo orrore’, di ‘attacco alla scienza’ come ai tempi di Galileo. Continue reading

Salviamo le donne

Si chiamava Carmela. Aveva 17 anni.
È l’ultima vittima della violenza degli uomini, morta per difendere la sorella, di un solo anno più grande, dalla furia omicida del suo ex fidanzato, ventitreenne.
La sua è un’altra storia che si aggiunge a quelle raccontate da Riccardo Iacona nel suo libro “Se questi sono gli uomini”, edito da Chiarelettere. Pagine durissime, ma che finalmente, con la forza dei numeri, rompono l’assordante silenzio che ha avvolto il crescente fenomeno del femminicidio. Continue reading

Il biogas fa saltare la commissione consiliare

Il presidio del Comitato Rifiuti Zero Fiumicino davanti al Comune

Pochi giorni fa Carta Bianca aveva riflettuto sul tema spinoso dell’impianto a biogas che l’AMA vorrebbe realizzare a Maccarese. Oggi, torniamo sull’argomento.
Stamattina infatti, al comune di Fiumicino, si sarebbe dovuta svolgere una Commissione congiunta Ambiente e Urbanistica per discutere sulla tematica, seppur a livello generale.
Alle nove, orario di convocazione, cartabianca era all’ingresso principale del Comune insieme a diversi rappresentanti del Comitato Rifiuti Zero di Fiumicino, attivissimi sul territorio. Continue reading

Fiumicino: dopo la discarica il rischio è il biogas

Il territorio di Fiumicino continua a lottare. Si lotta contro l’ampliamento dell’aeroporto Leonardo Da Vinci, contro la costruzione del porto della Concordia (la cui costruzione è stata fermata dalla Procura di Civitavecchia), contro la discarica. Si lotta infine contro la costruzione del mega impianto biogas di Maccarese. “Non vogliamo in alcun modo che gli interessi di Ama, l’emergenza di Roma, il mercato energetico drogato dai finanziamenti pubblici dei Certificati Verdi, la cecità ed incapacità conclamati di amministratori e di politici avvelenino, più di quanto non lo sia già, la nostra salute e l’ambiente in cui viviamo” grida a gran voce il Comitato Rifiuti Zero Fiumicino con dati alla mano.
Inizia così un nuovo braccio di ferro tra la popolazione e la ricerca, da parte delle istituzioni, di una soluzione del problema rifiuti di Roma. Continue reading

Se siamo tutti disonesti

Siamo tutti disonesti. E le eccezioni, che pur son tante, semmai confermano la ‘regola’.
L’italiano ha la fama di disonesto, furbetto, scaltro, arrabattone…Così agisce nella vita di tutti i giorni. Così agisce in ambito lavorativo. Così agisce, in generale. Evade le tasse (chi non può lo farebbe volentieri), si fa dichiarare cieco pur vedendoci bene, certifica il falso…di esempi le cronache quotidiane ne danno molti.
Anche al momento del voto, sempre generalizzando (ma la generalizzazione è assai reale), esprime preferenza per il candidato che più gli è ‘vicino’, che più può essergli utile. E a cosa lo sappiamo tutti: trovare lavoro, sistemare figlio/figlia/moglie/etc…, ‘semplificare’ una pratichetta al demanio, passare un concorso, avere un proprio tornaconto economico d’impresa. Tanto per fare l’esempio più recente, rispetto allo scandalo nel Lazio, oggi un articolo del Messaggero di Frosinone, a firma di Paolo Carnevale, parla di una lista lunga 395 nomi di persone che avevano chiesto raccomandazioni a Fiorito, l’uomo dalle 27mila preferenze!…E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Continue reading

Roma, città negata

Una città segnata da vincoli e restrizioni. No agli artisti di strada, al panino consumato davanti al Colosseo, ai lavavetri e venditori ambulanti, ai cortei…
NO. Così Roma rischia di diventare una città proibizionista.
Il susseguirsi delle ordinanze di divieto del Sindaco non sembrano far bene ad una metropoli che, per quello che rappresenta, dovrebbe essere ‘caput mondi’. Ovvero libera, aperta, accogliente; ‘vissuta’, di grande respiro. Continue reading

Un articolo vale la galera?

Razionalmente, un articolo non vale la galera. Anche se diffamatorio. Perché fare il giornalista non è mestiere facile. Sempre alla ricerca della notizia, dello scoop, delle fonti giuste. Ed è facile sbagliare. Inesperienza, disattenzione, poca professionalità, voglia di sensazionalismo, inattendibilità della fonte. Il giornalista potrebbe sbagliare per tutti questi motivi, anche gravi, senza per questo meritarsi la galera. Continue reading