W Galileo


Per il terremoto dell’Aquila non è la scienza ad essere sotto processo.
Dopo la sentenza che ha condannato in primo grado i membri della Commissione Grandi rischi a 6 anni per omicidio colposo, si è alzata una polemica che rischia, in modo subdolo, di far passare un messaggio sbagliato. Sbagliatissimo.
Il processo non è né contro la scienza né contro l’impossibilità degli scienziati di prevedere il sisma. No. Vorrebbero farcelo credere, con dichiarazioni che parlano di ‘profondo orrore’, di ‘attacco alla scienza’ come ai tempi di Galileo. Vorrebbero farcelo credere per minare ancora di più la credibilità di giudici, che finalmente iniziano a scardinare un sistema di potere corrotto e invischiato nel malaffare che sta succhiando, fino all’ultima goccia, linfa vitale a questo paese.
No. Non è questo.
Il processo ha invece portato in piazza la facilità con cui la scienza si è lasciata permeare dalla politica. Ascoltate l’intercettazione tra Bertolaso e l’assessore regionale Daniela Stati. Leggete il verbale redatto dalla Commissione Grandi rischi il 31 marzo 2012. I tecnici avrebbero sacrificato la loro terzietà per abbracciare l’esigenza, squisitamente politica, di tranquillizzare la gente e sedare qualche ‘imbecille’ evidentemente più allarmista di quanto Bertolaso avrebbe gradito.
La necessità del Governo era quella di tranquillizzare i cittadini.
E questo è stato fatto. Per bocca degli scienziati, nominati dalla politica, che tranquillizzarono la popolazione per tranquillizzare la politica.
È questo atteggiamento ad essere sotto processo. Non la scienza, non gli scienziati. E purtroppo è un atteggiamento che riguarda molti altri ‘rischi’ per la salute e l’incolumità pubblica: dall’Ilva, ai fumi degli inceneritori, alle discariche, allo smaltimento dell’amianto.
C’è semplicemente bisogno che i tecnici facciano i tecnici e non i tirapiedi dei politici o dei potenti….E scommetto che di giovani scienziati brillanti, magari un po’ choosy, ce ne siano davvero tanti. Tutti disposti a portare in alto la bandiera della scienza senza guardare in faccia a nessuno.
…dimenticavo, evviva Galileo!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s