Fiumicino2, la politica non ammette il calo dei passeggeri


Disinformazione sul dato passeggeri all’aeroporto di Fiumicino.
“Il notevole incremento di presenze turistiche registrate in questo periodo, e che ha visto Roma toccare l’apice più alto degli ultimi decenni, impone un rinnovato modo di accogliere chi arriva nella nostra città, che sia sempre più efficiente e funzionale alle passeggeriesigenze di un turismo moderno e sempre più dinamico”. Lo ha dichiarato il vice presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale.
Ora, indubbio è che servano cospicui investimenti per rendere i servizi più efficienti, per eliminare le sacche di abusivismo, migliorare l’accoglienza dei passeggeri, il trasporto….Ma parlare di ‘notevole incremento’ appare un po’ ‘azzardato’ e offende l’intelligenza di quanti, invece, vogliono che si faccia chiarezza sul perché sia necessario realizzare Fiumicino2.
Per l’aumento del traffico passeggeri? Non sembrerebbe. Perché che i passeggeri sono in calo ce lo dice la stessa Adr, dove sul suo sito pubblica, mese per mese, numeri e percentuali di Fiumicino e Ciampino. Ad esempio, relativamente al primo, i mesi di gennaio e febbraio 2013 sono in calo dell’8% e del 1.4% se paragonati al 2012 ; più pesante il segno negativo per Ciampino, che sempre per gli stessi periodi registra un -22% e un -18%.
Riguardo al Leonardo da Vinci, analizzando tutto il 2012, vediamo come rispetto al 2011 tutti i mesi (tranne settembre +2.3, aprile +0.5%, e gennaio +1%) riportano segno negativo, addirittura dicembre scende del 7.4%. Dati positivi risalgono al 2011, che sul 2010 ha segnato incrementi in tutti i mesi. Ma oggi le cose sembrano cambiare. Al trend negativo del 2012 si accompagna inoltre un inizio poco confortante del 2013.
Ma la politica spesso non ragiona sui dati ma su altre logiche. L’ampliamento è quindi indispensabile. Alemanno ce lo chiarisce ‘concretamente’ parlando di Grillo: “A Roma Grillo non sfonda – si legge in un’agenzia odierna dell’Agi – qui non arriva al ballottaggio. Perché Roma – spiega il sindaco – ha bisogno di proposte concrete, non di sparate”. E poi aggiunge: “Faccio un esempio: il candidato governatore alla Regione Lazio Barillari era per non fare Fiumicino2, era per bloccare il progetto di ampliamento dell’aeroporto. Vorrebbe dire rinunciare a un’opera destinata a dare lavoro a quattromila persone e mettere il cappio al collo alla città che vive di turismo e che nel 2012 ha fatto il record assoluto in termini di arrivi e presenze dal dopoguerra. La gente vuole concretezza, ma esige anche moralità, trasparenza…”.
Beh certo, impossibile confutare che dal dopoguerra ad oggi ci siano più turisti, ci mancherebbe!!! Ma nel 2012 i passeggeri sono diminuiti, non aumentati. Relativamente alla trasparenza (tralasciando la moralità sulla spinta di un’eccessiva pietà), direi di ripartire dai dati oggettivi – numero dei transiti, degli occupati, dei licenziamenti in atto o già attuati, dei nuovi contratti di assunzione, dai risultati di altre esperienze – e cercare di analizzarli meglio, magari con maggiore obiettività e capacità di analisi dei costi e dei fabbisogni. Si può chiedere questo alla politica? O meglio, è in grado la politica di agire su questi parametri?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s