Compost-iamoci!

Ridurli all’origine per gestirli meglio. E’ questa, secondo molti (e anche secondo me) l’unica strada per una corretta ed intelligente gestione dei rifiuti; un atteggiamento propositivo e ‘composto’.
La scelta comincia già al supermercato: scegliere merci a ‘basso imballaggio’ e prodotti incartati con materiale riciclabile. Almeno fino a quando non si decideranno, a livello nazionale, composta fare una vera politica di riduzione dei rifiuti premiando le aziende in tal senso virtuose. In che modo? Tanto per fare un esempio, detassando le ditte che prediligono il vetro (materiale riciclabile) al tetra-pak, oppure quelle che scelgono etichette semplici da staccare per ermettere una facile e corretta raccolta differenziata. Non stiamo scoprendo l’acqua calda, ma parlarne fa sempre bene. Continue reading

Advertisements

Scardiniamo il conflitto di interesse

conflittoVia via che mi addentro nella conoscenza del governo locale di Fiumicino, mi rendo sempre più conto di come la questione ‘conflitto di interessi’ sia determinante e da affrontare in modo serio.
Il conflitto di interesse, all’interno di qualsiasi amministrazione, mette un moto meccanismi perversi, che si auto-riproducono, Continue reading

Che il primario torni a primeggiare

Il primario è il settore che raggruppa tutte le attività che vanno incontro a dei bisogni primari dell’individuo e della collettività. Ma quando si parla di agricoltura, non tutti sanno o riconoscono che è uno dei settori più importanti dell’economia nazionale, regionale ma anche locale. Di Fiumicino.
Eppure è un settore in declino, troppo frammentato, poco organizzato; un agricolturasettore in cui c’è ancora una scarsa managerialità d’impresa, poco redditizio e, per questo, sofferente di un mancato ricambio generazionale. I campi coltivati stanno scomparendo, cedendo il passo a prati incolti o peggio a progetti speculativi (biogas, raddoppio aeroporto) e al cemento indiscriminato che, a ‘botte’ di varianti al piano regolatore, va coprire tratti di parchi e riserve naturali. Continue reading

“Più efficiente, non più grande!”

“Più efficiente, non più grande”. Lo hanno sempre sostenuto i membri del Comitato Fuori Pista. Il che vuol dire ‘si’ agli investimenti e all’ammodernanamento dentro il sedime aeroportuale senzaaereo andare a consumare altro territorio (1300 ettari), per giunta agricolo e in zona di riserva naturale. Ma il regalo fatto da Monti allo scadere della sue esperienza di primo Ministro ha di fatto dato il via libera al progetto di raddoppio firmato tra Enac e Adr. Con conseguente: aumento delle tariffe di imbarco a carico dei passeggeri Continue reading

(Ma) Quale turismo a Fiumicino?

Milioni di turisti. Solo in pochi conoscono Fiumicino; c’è chi pensa sia solo un turismoaeroporto. In pochissimi sono a conoscenza delle sue ‘perle’ naturali, culturali, enogastronomiche. Eppure arrivano a valanghe. Sul territorio ci sono 30 alberghi, circa 150 esercizi di ristorazione e 93 stabilimenti balneari. Ma cosa fanno i turisti che approndano a Fiumicino? In realtà molto poco su questo territorio, perchè ‘scappano’ subito verso Roma. Come mai? Continue reading

Parco Leonardo: differenziata zero

diffDoveva essere un progetto pilota, il primo tentativo sperimentale di raccolta differenziata dei rifiuti nel Comune di Fiumicino, invece quello messo in campo a Parco Leonardo si è rivelato un totale fallimento. Se dovessimo prevedere il futuro della differenziata nel territorio dall’esperimento ideato dall’Amministrazione Canapini, le speranze per un servizio corrispondente alle reali esigenze dei cittadini appaiono piuttosto vane. Continue reading