Espressioni di solidarietà. Erri e il reato di opinione


articolo21Il tam-tam dell’hashtag #iostoconerri batte i suoi colpi anche a Fiumicino. Ieri pomeriggio a Maccarese, presso la sala del Buttero, tante voci per raccontare i versi del poeta e dello scrittore, alla vigilia dell’udienza preliminare che lo vede accusato di “istigazione a delinquere”. Sotto inchiesta le parole “La Tav va sabotata. Le cesoie sono utili perchè servono a tagliare le reti”. Semplificando, sotto inchiesta per reato d’opinione. Perchè la propria la si può dire ovvio…ma anche no. Specialmente se si toccano i grandi capitali e le grandi opere. E se certo gli atti violenti vanno condannati, e se certo spetta alla magistratura giudicare in piena autonomia, forse, in merito a scelte importanti e significative per i territori, bisognerebbe avviare un confronto, difficile, ma necessario con la cittadinanza. Possibilmente ancor prima di attivare le ruspe.Io_sto_con_erri_loc_pp
E comunque non vedo come un’opinione, seppur forte e  “interpretabile” (come tante altre) possa trovare censura e ipotesi di reato. Lo stesso dovrebbe valere per chi predica razzismo etnico e/o religioso. La Kyenge ne sa qualcosa. Ma, come accade, l’Italia sembra spesso offrire due pesi e due misure.
Qui il link di un bell’articolo pubblicato sull’Huffington Post di Titti Marroni. “Erri De Luca va a processo per un reato di opinione“. Leggo e condivido.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s