“Libere di essere – Libere di scegliere”


Sebbene nutra un profondo rispetto per le differenti culture e religioni – riconoscendo alla parola “rispetto” un bbogincommensurabile valore etico e sociale, sinonimo di pace tra popoli – proprio non riesco a tollerarla la mancanza di rispetto per le donne. Gestite dagli uomini come “cose proprie”. L’uomo che decide ciò che la donna deve ‘essere’ o ‘fare’; l’uomo che la donna la picchia, l’ammazza. Oltre la cultura e la religione, orientale o occidentale poco cambia. Resta la violenza, fisica e psicologica, subita dalle donne. In tutto il mondo.
Sabato 21 giugno saranno tante le donne in piazza, “Libere di essere – Libere di scegliere”. Uno slogan che interpreta la campagna per la raccolta firme nata per “unnamedriportare a casa” le 240 studentesse nigeriane rapite dal gruppo terroristico Boko Haram lo scorso 14 aprile in un dormitorio della scuola di Chibok (Nigeria nord-orientale) perché ritenute “non libere” di ricevere un’istruzione, perché “le ragazze devono lasciare la scuola e sposarsi”.
“Obiettivo dell’iniziativa – ha detto Donatina Persichetti, Presidente della Consulta regionale femminile, promotrice dell’iniziativa – è quello di sollecitare i Governi e le Comunità Internazionali a intraprendere tutte le iniziative necessarie per affermare i diritti umani e la necessità delle civiltà più avanzate a contribuire per la libertà culturale e per le pari opportunità”.
Un corteo che servirà a ribadire la libertà di tutte le donne, a partire dall’istruzione, la prima vera strada da percorrere per guadagnarsi il proprio spicchio di libertà.

Anche il Comune di Fiumicino ha aderito alla campagna #bringbackourgirls con una delibera di Consiglio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s