Come ci siamo finiti.


thokA calpestare il rispetto per la vita.
Delle adolescenti. Gettate in pasta ai social network dai loro coetanei, in preda alle manie di onnipotenza di chiaro stampo sessista e machista. Ragazze, stuprate nel corpo e nell’anima; soffocate da una gogna mediatica che toglie il respiro, quello vero. Che porta al suicidio.
Dei lavoratori, precari, sfibrati nei loro diritti contrattuali e sociali. Schiacciati dalle ruote del camion “incitato a forzare il picchetto da un addetto vicino all’azienda”.
Dei migranti che in troppi vorrebbero semplicemente non vedere, non sapere.
Delle donne, tante, troppe, ancora vittime di violenze domestica; vittime di una cultura retrograda, omertosa e maschilista che giustifica lo stupro con un vergognoso/indifendibile/infame “se l’è cercata”, anche quando la vittima è una minore.
Dei bambini maltrattati all’asilo.
Come ci siamo finiti?

Advertisements

One thought on “Come ci siamo finiti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s