Nidi privati: “noi dimenticati, domani in piazza”


Scenderanno in piazza domani i servizi educativi privati per la fascia 0-6 anni.  A Montecitorio e in tante altre piazze italiane di Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria, Sicilia e Sardegna.
Una manifestazione che si annuncia silenziosa, pacifica e rispettosa delle distanze di sicurezza, ma che intende esprimere con forza le enormi difficoltà del settore in seguito all’emergenza da coronavirus.“Il silenzio sui servizi educativi 0-6 è tombale dopo il DPCM sulle riaperture firmato dal Presidente Conte”, si legge nella nota stampa diffusa dal Comitato EduChiAmo, nato su iniziativa di un piccolo gruppo di gestori di strutture private lombarde, ma che, in poco tempo, si è ramificato su tutto il territorio nazionale. “Parliamo di più di 10.000 strutture in tutta Italia dimenticate anche dal Decreto Rilancio, che oltre a non essere oggetto di alcun piano di riapertura, si vedono negare la proroga della Cassa Integrazione per i lavoratori. Questo significa che per le strutture chiuse a fine febbraio, in Lombardia, e da inizio marzo nel resto d’Italia, la copertura sarà massimo fino a metà giugno. I mesi successivi saranno a carico delle imprese, già martoriate da mesi di inattività e per le quali non è ancora prevista la riapertura”.
In molti rischiano di non riaprire (continua a leggere sul Faro online)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s