Padrini e padroni

Come la ‘ndrangheta è diventata classe dirigente.
Intervista al procuratore Nicola Gratteri e al prof. Antonio Nicaso, autori del libro “Padrini e padroni”, Mondadori.
“La corruzione, l’infiltrazione criminale, i legami con i poteri forti – occulti, come le logge segrete, e non, come la politica sul territorio e a tutti i livelli, fino ai più alti – sono oggi parte di una strategia di reciproca legittimazione messa in opera da decenni da tutte le mafie e in particolare dalla ‘ndrangheta”.

La verità fa male, ma ci dobbiamo fare i conti

Charlie Hebdo, vignetta su terremoto in ItaliaAppena ho visto la vignetta, anche io ho avuto l’istinto di  sputare veleno come una vipera ferita. Mi sono fermata, ho respirato profondamente e buttato fuori tutta la Co2 respirata insieme alla pesantezza e alla crudezza di questa vignetta. Poi ho capito.
La lasagna farcita di corpi è indigesta. Indecorosa. Fa male. Scatena indignazione. E quindi funziona.
La
 lasagna farcita di corpi non prende in giro i nostri morti, ma punta il dito contro le tragedie che si verificano ad ogni terremoto italiano. Continue reading

Perché questa campagna è un colpo allo stomaco

collage

La campagna per il #fertilityday

#fertilityday, una campagna che ferisce.
La donna con la clessidra in mano con il tempo che, inesorabile, scorre via. La fertilità come l’acqua, bene comune di cui non si può fare a meno. Per essere “creativi” è meglio essere giovani. La Costituzione a tutela della procreazione cosciente e responsabile.
Evidentemente, chi ha ideato questa campagna non ha la vaga idea Continue reading

Orlando, an act of terror and hate

953300e77d6db4d225c46bc69ca0a37a“ORLANDO, Fla. — Dozens of bodies were removed overnight Monday from a popular gay nightclub […] 50 people dead, including the gunman, and 53 wounded”. The news spreads out around the world. Another attack against gay people. Against freedom and democracy, in a country that is supposed to be free and democratic (but in where you can die every day, walking back home or entering a drugstore).
Orlando. Not just an American mass murderer, but a global one; something that crosses over national borders, reaching Europe and all the countries involved in the fight against the Islamic State. Continue reading

Per un #mare+pulito

 

Il problema dei rifiuti marini è sentito da tutti i territori che si affacciano sul mare, soprattutto se vicini alla foce di fiumi importanti come il Tevere. Il progetto ideato dal CIRSPE, finanziato dalla Fondazione Costa Crociere, con il patrocinio gratuito del Comune di Fiumicino ha quantificato la quantità di rifiuti che o, in media, si pescano davanti alla costa di Fiumicino. Continue reading

Il voto (in)credibile e la campagna mancata

Ne ho viste tante oggi. Di tessere fotografate e bollinate 17 aprile.
20160417_153218Ne ho viste tante, di tanti amministratori pubblici che, alla fine, sono andati a votare per poi esporre alla rete la prova provata del diritto esercitato; del dovere assolto.
Peccato che per essere credibili bisognava pensarci prima.
Peccato che a tutte queste tessere elettorali – aperte davanti all’obiettivo di un Iphone – avrebbero dovuto precedere dichiarazioni pubbliche di voto, banchetti, gazebo, volantinaggi, animazione sul territorio. Avrebbe dovuto precedere un impegno chiaro e schietto a sostegno del ‘Si’ o del ‘No’. Se tutto questo non c’è stato, la tessera elettorale mostrata oggi, e agitata come lo scalpo di un “avversario immaginario”, rischia solo di essere un tentativo di avere il piede in due staffe, quella del capo e quella del popolo.

E allora avanti popolo che spera in un miracolo, dimentichiamo tutto, con un Amen…

E’ solo l’ultimo arrivato ed è in buona compagnia

benvenuto-bambinoBenarrivato. E’ davvero l’unico modo che conosco per salutare una nuova nascita.
Benarrivato dunque al figlio di Nichi e di Ed. Da oggi genitori, come tanti. Alle prese con pianti, pannolini, poppate, notti insonni e biberon.
Benarrivato in un mondo che non ti farà sconti, neanche da bambino, e che già ti fa pagare il prezzo.
Il prezzo della grettezza e della bassezza di tutti coloro che pensano e agiscono secondo schemi precostituiti, che si elevano a giudici morali, che a tutto vogliono dare un nome, una “confezione”; che tutto vogliono confinare: sentimenti, idee, desideri e sensibilità altrui.
Ogni tanto ci vorrebbe il pudore del silenzio. Il silenzio di chi può anche non condividere o comprendere le scelte altrui, ma che almeno davanti alla nascita di un figlio abbia il buon senso, il buon gusto, il pudore del rispetto. Continue reading

Fuori dal vaso, fuori dai denti. Parole di una laica cattolica

«Il Vaticano, nei confronti della Repubblica Italiana, non sta certo con le mani in mano. Le usa entrambe: una mano aperta a palma larga per chiedere quattrini, l’altra mano svolazzante per suonar ceffoni in faccia alla politica».
Michele Ainis, Chiesa Padrona, Garzanti 2009

bagnasco

renzi

Fuori dal vaso.
L’ha fatta Bagnasco invocando il voto segreto sulle unioni civili; il direttore di Radio Maria con il “ricordati che anche tu devi morire!” rivolto alla Cirinnà.cirinnaFuori da vaso l’hanno fatta politici, parroci, uomini e donne “militanti della fede” con le loro “belle parole”, cariche di morale e spirito caritatevole;
eltonchi ha dato voce e gambe a quella demagogica e abominevole campagna contro l’insegnamento della diversità sessuale a scuola.
Fuori dal vaso, e sono certa non sarà l’ultima, l’ha fatta la catechista di Ripi (Fr) chiedendo di spegnere la tv durante l’esibizione di Elton John a Sanremo perchè “gay e per avere acquistato due figli attraverso l’affitto dell’utero di due donne”.
Ecco…la misura è davvero colma per chi, da laico (cattolico) come me, vorrebbe uno Stato plurale e democratico. Continue reading