Quello che mai ti perdoneranno

È che dovevi tornare magra e pallida in viso. Scarna, e con le occhiaie a rimarcare la prigionia lunga 18 mesi. Sorretta dai tuoi soccorritori per via delle gambe rammollite.
O forse dovevi tornare mutilata. Chessò, con 2 dita in meno o un orecchio mozzato. O forse, non dovevi tornare affatto, per non turbare la quiete di questo bel paese.
Invece sei tornata. Fisicamente in forma. Hai sfoderato il tuo sorriso migliore; hai detto di essere stata trattata bene, di non aver mai subito violenze. Insomma, parole pacate, lontane dall’immagine di una prigione buia, stretta e sporca. Parole che Continue reading

Cosa ci dicono le elezioni europee in Italia

In sintesi
Che ha vinto la Lega. Che il M5S è tracollato, dissanguato dal Carroccio e dall’astensione. Che il PD è uscito dalla prognosi riservata, ma che è ancora in fase riabilitativa. Che la sinistra, guardando al proprio ombelico, ha riproposto la solita frammentazione di partiti e partitini che non hanno raggiunto la soglia dello sbarramento. Che mentre in Europa i Verdi prendono il volo affermandosi tra le prime forze politiche a livello nazionale, in Italia la coscienza ambientalista cresce, ma si ferma al 2%. Che il primo partito è l’astensione, al 44%.
Continue reading