(Nemmeno) La decenza dell’Aula

La decenza di andare in Aula. Pure questa vi è mancata.
Alla strada principale, più trasparente, dignitosa e democratica – andare in Aula e spiegare le motivazioni per cui si cancella il voto dei cittadini – si è preferita quella secondaria, la più bieca, vile e meschina. Continue reading

Advertisements

Lo scherzo del marziano

marino2Ce l’hanno fatta. Marino si dimette. Domani formalizzerà.
Vince il fuoco amico, vittima e carnefice del sindaco marziano.
Che volevano farlo fuori, Marino lo sapeva. Lo sapevamo tutti. Ci avevano provato con la Panda rossa, i funerali di Casamonica, il viaggio a Philadelphia. “Se non fossero arrivati questi scontrini – dice il sindaco dimissionario in un’intervista alla Stampa – prima o poi avrebbero detto che avevo i calzini bucati o mi avrebbero messo della cocaina in tasca”.
Fortunatamente per lui, a quel punto non si è arrivati. A chi lo voleva morto sono bastati pochi spicci per farlo fuori.
Una buccia di banana (su cui a ben vedere ogni sindaco d’Italia potrebbe scivolare) che certo doveva e poteva evitare; ‘na pagliuzza fastidiosa nell’occhio dei romani…giust’ all’uopo per mimetizzare la trave che attraversa la Capitale: una commistione tra privato, pubblico e criminalità organizzata utile per tutte le stagioni (politiche).
Utile a chi nel sistema ci stava dentro…e ci sguazzava. Continue reading