Inquinamento, il ‘virus’ che non fa notizia

C’è solo da incazzarsi. Eh sì, perché mentre viviamo i nostri giorni da “Io sono leggenda” causa coronavirus – che, per carità, desta attenzione, ma appare eccessivo l’allarmismo mediatico provocato – rimaniamo indifferenti difronte ad un “virus” molto più silente, democratico e letale. L’inquinamento.
Per cui, mentre picchiamo i cinesi che incontriamo, svuotiamo gli scaffali dei supermercati manco fossimo in tempo di guerra e diamo fondo alle scorte di mascherine e disinfettanti vari, il piccolo Giorgio (come tanti altri angioletti) può morire tranquillo, in silenzio, e senza rumore alcuno. Lui, un bimbo strappato alla vita da un mostro chiamato neuroblastoma, a soli 3 anni di età. Continue reading