Conte2, l’ultima chance

Una cosa dovremmo averla imparata da questi ultimi anni di politica avvelenata. Abbandonare il linguaggio dell’odio e della violenza verbale. Degli insulti.
In meno di un mese abbiamo visto quelli che “il partito di Bibbiano” mettersi insieme con quelli che “i pentapirla”. E non basta la real politik per spiegare i motivi per cui l’odio professato e fomentato si sia trasformato, di colpo, in un’intesa di governo. Continue reading

Cosa ci dicono le elezioni europee in Italia

In sintesi
Che ha vinto la Lega. Che il M5S è tracollato, dissanguato dal Carroccio e dall’astensione. Che il PD è uscito dalla prognosi riservata, ma che è ancora in fase riabilitativa. Che la sinistra, guardando al proprio ombelico, ha riproposto la solita frammentazione di partiti e partitini che non hanno raggiunto la soglia dello sbarramento. Che mentre in Europa i Verdi prendono il volo affermandosi tra le prime forze politiche a livello nazionale, in Italia la coscienza ambientalista cresce, ma si ferma al 2%. Che il primo partito è l’astensione, al 44%.
Continue reading